pudenda

giovedì 14 febbraio 2008

Sardinia blues

In questo momento -, sostiene Licheri,- In questa fase delle nostre esistenze è necessario che noi tre perseguiamo un processo di abbrutimento e degradazione della nostra natura e della nostra indole e che abbassiamo drasticamente le nostre aspettative rispetto al mondo e alle nostre possibili compagne di una notte o di una vita e che prendiamo ciò che viene con un sorriso losco e soddisfatto sui nostri volti, per il nostro bene è giusto che noi operiamo in questo modo, una fase transitoria che sola può portare alla guarigione -, sostiene Licheri

Flavio Soriga, Sardinia blues (Bompiani)

3 commenti:

Carlo ha detto...

Libro intrigante e coinvolgente che descrive finalmente la Sardegna come è veramente, al di là dei facili stereotipi. Memeorabili anche i personaggi del libro, Pani, Licheri, e Corda: ben caratterizzati e realistici. Una delle migliori pubblicazioni di quest'anno.

piloro ha detto...

Per non parlare del pane carasau.

duodeno ha detto...

pofferbacco, hai colto nel segno Carlo. Abbiamo anche chiesto a Soriga di collaborare. vedremo.