pudenda

venerdì 9 gennaio 2009

C'è crisi, dopo le feste

La crisi disintegra le cose
fa sembrare che tutto è peggio
di come è:
bisogna impazzire.
Nella crisi stanno tutti calmi
anche se ogni tanto piangono
- addosso -
tanto per fare.
Le cose disintegrate, le piazze vuote,
il silenzio nelle strade.
La crisi fa le cose impazzire
perché pensa,
come se fosse dietro l’angolo,
alla fine.
Alla fine tutto peggio di come è
già che non si sta per niente
- appunto -
per niente bene.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=656061

ileo ha detto...

Mike Bongiorno avrebbe qualcosa da ridire sulla tua visione del mondo.

Anonimo ha detto...

Continuo a non capire...Quindi la crisi ce la stiamo inventando noi e siamo dei piagnoni o c'è veramente? Sarà che è un po' che non esco.

plv

pre-puzio ha detto...

L'articolo del wallstrett avvalla la mia tesi: la crisi fa le cose impazzire.
La crisi c'è, ma c'è sempre stata, perchè si è sempre parlato di crisi. Ora che è arrivata davvero, a ridosso delle feste, non sappiamo come comportarci: fa finta di niente o rivoluzionare il nostro sistema economico?
La soluzione: impazzire.